SLOW NEWS. Un documentario militante.

🇬🇧 INTERNATIONAL VERSION 🇬🇧

SPEGNIAMO IL FLUSSO DELLE NOTIZIE?

🏆 PREMIO DEL PUBBLICO MIGLIOR DOCUMENTARIO 🏆
Glocal Film Festival

🏆 TARGA FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL CINEMA DI SALERNO 🏆
Sezione Documentari Didattici



GUARDA SLOW NEWS AL CINEMA
oppure
ORGANIZZA UNA PROIEZIONE DEL FILM
con MOVIEDAY.IT


GUARDA SLOW NEWS IN SALA

🇮🇹 17/09/2021ROMA: Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale dell’Università La Sapienza
via Salaria 113, ore 17:00 – con Peter Laufer.
Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria su Movieday.

🇨🇭 09/10/2021LUGANO, Festival du Film Vert
Cinema Iride, ore 10:30


GUARDA SLOW NEWS IN DIGITALE

VIDEO ON DEMAND (VOD)

🇮🇹 Video On Demand IK Produzioni (versione italiana, visibile solo dall’Italia)

🌍🌎🌏 Vimeo On Demand Java Films (versione internazionale, worldwide)

ABBONAMENTO

🇪🇸 Filmin (versione internazionale, Spagna)

🇺🇸 Kanopy (versione internazionale “fast cut”, USA)


SEGUI SLOW NEWS SU

Facebook, Instagram e Youtube.

PARTECIPA ALLA RIVOLUZIONE!

Slow News - festivals

Viviamo nell’epoca dell’infodemia. Ogni 60 secondi, condividiamo milioni di post su Facebook, guardiamo milioni di video su YouTube, scriviamo miliardi di tweet. Falsi giornali con bufale perfette e veri giornali pieni di false notizie. Le persone credono a tutto e a niente, allo stesso tempo.

Possiamo cambiare?

In tutto il mondo, alcuni giornalisti stanno costruendo modelli alternativi: Rob Orchard con Delayed Gratification in Inghilterra, Lea Korsgaard con Zetland in Danimarca, Frédéric Martel in Francia, Giovanni De Mauro con Internazionale in Italia, la redazione di De Correspondent in Olanda e molti altri. Non si conoscono tra di loro, ma desiderano tutti la stessa cosa: rallentare.

A Milano, 4 giornalisti incontrano Peter Laufer, professore all’Università dell’Oregon e autore del manifesto Slow News, ispirato al movimento Slow Food, ma per il giornalismo. Hanno una missione: creare un’alternativa, unendo i puntini.

Se vuoi la fiducia delle persone, devi iniziare a fidarti di loro.
Mark Thompson, CEO The New York Times Company

Slow News è un film corale, con un cast internazionale di altissimo livello, su uno dei temi chiave del nostro tempo: l’informazione all’epoca delle fake news, della post verità e dei populismi.
Slow News è un viaggio attraverso l’Europa e gli Stati Uniti, alla scoperta delle vite, delle sfide e delle idee di alcune persone che stanno cercando di cambiare le cose.
Slow News è la storia della battaglia per la difesa della democrazia e della libertà; una guerra che, nella società di oggi, si combatte con l’informazione.

Puoi essere virale responsabilmente.
Craig Silverman, Media Editor di BuzzFeed News

Slow News - locandina SLOW NEWS_kids coloring film poster
La locandina di Slow News
illustrata da Matteo Bernardini,
progetto grafico di Laura Calvini|Studio Lulalabò.





Scarica la locandina di Slow News
da colorare

e divertiti a creare la tua
prima pagina personalizzata di Slow News.

SLOW NEWS
Un documentario militante

diretto da Alberto Puliafito
prodotto da Fulvio Nebbia

un film IK Produzioni
con la partecipazione di BabyDoc Film
distribuzione internazionale Java Films
distribuzione in sala Moviday

realizzato con il supporto di Film Commission Torino Piemonte – Piemonte Doc Film Fund
in collaborazione con Trentino Film Commission

scritto da Andrea Coccia, Fulvio Nebbia, Alberto Puliafito
musica composta, arrangiata ed eseguita da Alessandro Zangrossi and Antonio Sernia
fonico di presa diretta Marco Montano
fotografia e montaggio Fulvio Nebbia

Fake news is a ridiculous fake label.
Jeff Jarvis, journalist

INSIEME, UN ALTRO GIORNALISMO È POSSIBILE.
 

con
Peter Laufer (Università dell’Oregon), Helen Boaden (ex-Direttrice di BBC News e BBC Radio), Mark Thompson (Presidente e CEO di The New York Times Company), Frédéric Martel (sociologo, autore di “Sodoma” e “Mainstream”), Lea Korsgaard (Direttrice di Zetland), Craig Silverman (Media Editor di BuzzFeed News), Rob Orchard (Direttore di Delayed Gratification), Matthew Lee (Editor di Delayed Gratification), Julia Cagè (economista, Sciences PO Paris), Giovanni De Mauro (Direttore di Internazionale), Arianna Ciccone (Foundatrice di Valigia Blu), Irene Smit (Direttrice di Flow), Jennifer Rauch (autrice di “Slow Media”), Ermes Maiolica (artista della bufala), Rob Wijnberg (Foundatore di De Correspondent), Alison T. Smith (collaboratrice dell’Huffington Post), Camilla Mortensen (Direttrice di Eugene Weekly), Daniele Nalbone (giornalista freelance).

CONTENUTI EXTRA
 

 

©2020 IK Produzioni Srl – all rights reserved